Parrocchia Santa Maria a Quarto - Bagno a Ripoli

SITO IN COSTRUZIONE

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuto in Parrocchia

08/12/21 - Immacolata concezione della B.V. Maria

E-mail Stampa

 

Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

1Lo spirito del Signore Dio è su di me,
perché il Signore mi ha consacrato con l'unzione;
mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai miseri,
a fasciare le piaghe dei cuori spezzati,
a proclamare la libertà degli schiavi,
la scarcerazione dei prigionieri,
2a promulgare l'anno di grazia del Signore,…

(Is 61, 1 ss.)

Amen.

La responsabilità dell’estrema naturalezza con cui accogliamo l'incredibile storia della maternità di Maria è da ricondursi anche all'arte sacra e ai racconti orali a essa ispirati. I dipinti nelle chiese, in un momento in cui la maggior parte della popolazione non sapeva leggere né scrivere, servivano innanzitutto alla catechesi e fra questi difficilmente poteva mancare una rappresentazione dell'Annunciazione.

Molti di questi dipinti sono splendidi e a guardarli è difficile rimanere indifferenti o non commuoversi. Tuttavia, da un'attenta lettura del brano di vangelo di Luca, c'è da chiedersi dove siano stati attinti tutti quei bellissimi particolari che ci danno una visione idilliaca dell'evento. È questa l'Annunciazione descritta da Luca? Poiché non abbiamo testi che ci indichino se questo evento fosse stato una visione o un fatto realmente accaduto, è ovvio che per la rappresentazione pittorica, quest'ultima ipotesi sia la più adatta. Ciò che lascia perplessi è il luogo e i personaggi che animano la scena.
I luoghi rappresentati dai pittori, assomigliano agli ambienti dei palazzi signorili dell'epoca degli artisti e non a una modesta casetta di Nazareth. Anche il rapporto tra l'angelo e Maria, in molti dipinti, assomiglia all'incontro in pubblico di un signore con la sua dama. E che dire dei dipinti che ci mostrano questa donna con un libro in mano, colta nell'atteggiamento di preghiera o di studio? Tutto questo non emerge dal brano di vangelo. Infatti, l'evento accade in un villaggio della bassa Galilea talmente piccolo che non se ne trova traccia neppure nell'Antico Testamento. Gli abitanti della Galilea, gente semplice e poco istruita, erano considerati dai Giudei infedeli e per questo disprezzati ed emarginati dalle strutture religiose ufficiali. L'annuncio, quindi, ...apri il file...

foglietto per la messa pieghevole testi completi messalino

Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Dicembre 2021 07:25
 

05/12/21 - 2 domenica d'avvento

E-mail Stampa

2a domenica d'Avvento

«… ma gli uomini si chiamano da un silenzio all’altro,
si cercano da una solitudine all’altra,
solo Tu sei una voce che suona in mezzo all’anima»
(G. von Le Fort)

Luca nel suo vangelo ci offre spesso delle coordinate storiche che ci aiutano a inquadrare il racconto nel contesto politico, religioso e sociale del tempo. In tal modo l'evangelista cerca di dimostrare che la salvezza entra realmente nella storia dell'uomo che invoca Dio perché venga in suo aiuto. L'uomo, infatti, sta perdendo la speranza di poter ribaltare, da solo, un mondo di corruzione, violenza e oppressione veramente insopportabili.
Luca inizia solennemente questo brano indicandoci sette personaggi che all'epoca di Gesù erano i più potenti nella Palestina; il numero sette, il fatto che i personaggi siano pagani o giudei e che detengano il potere politico o religioso, sta a indicare la completezza della storia che si sviluppa come un'unica realtà.
Gli storiografi dell'epoca tracciano ritratti non del tutto lusinghieri su alcuni di questi grandi: i vizi, le crudeltà, la libidine incontrollata e la gestione del potere orientata solo al proprio interesse, sicuramente non li rendevano popolari. Le rivolte, soprattutto in Galilea, erano duramente represse dalle legioni romane e comunque anche nella Giudea la violenza mieteva molte vittime. Pilato instaurò un'apparente calma sociale perché, anche se sporadicamente, di fatto le rivolte continuavano a verificarsi: bastava un nonnulla perché il focolaio della sommossa si riaccendesse e la repressione romana intervenisse facendo scorrere, insieme al sangue dei sacrifici, anche il sangue dei Galilei (cfr. Lc 13, 1).
Sul confine fra il territorio dei pagani e quello del popolo eletto (il fiume Giordano), il Battista invita le persone a passare dalla terra della schiavitù a quella della libertà, cioè
...apri il file...

foglietto per la messa pieghevole testi completi messalino calendario liturgico

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Dicembre 2021 16:25
 

30/11/21 - Sant'Andrea

E-mail Stampa

Sant'Andrea, apostolo

messalino

Ultimo aggiornamento Domenica 28 Novembre 2021 06:57
 

28/11/21 - 1 domenica d'avvento (foglietto per la messa)

E-mail Stampa

1a domenica d'Avvento

"...gli è tutto sbagliato, tutto da rifare..."
diceva Gino Bartali.

Sembra dire cosi anche Gesù affermando: «Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina.». Invece è vero il contrario. Agli uomini che da sempre s'interrogano sul perché le cose nel mondo vadano male, sul perché ovunque ci siano malvagità, ingiustizie, guerre e distruzione, Gesù risponde di essere fieri e restare in piedi. Ci manca la speranza perché pensiamo che le cose non cambieranno mai, che i (pre)potenti continueranno a dominare e i furbi a prevalere.
Magari ai valori fondamentali si sono sostituiti il successo nella vita, la carriera nel lavoro, l'apparire nella società. In questa situazione di profonda ingiustizia, abbiamo cercato un posto in un cantuccio, dove nessuno potrà disturbarci: è quel rifugio appartato il segno della nostra sconfitta perché significa non fidarsi di nessuno e, quindi, ci spinge a chiudere tutte le porte per vivere in isolamento.
Gesù, ovviamente, è di un diverso avviso.
Il brano si apre con l’annuncio di una grande catastrofe: le forze della natura, scatenate, sconvolgono il vecchio mondo e preannunciano la venuta del Figlio dell’uomo. Allora non si pensava che questa scena fosse frutto di una fantasia ma che rappresentasse fatti che sicuramente si sarebbero realizzati come descritti e che avrebbero portato a quella generazione (vostra) la liberazione.
Interessante è cercare di capire a quale liberazione si alluda. Certamente i presenti avranno prima di tutto inteso la liberazione dai ...apri il file...

foglietto per la messa pieghevole testi completi messalino calendario liturgico

 


Pagina 1 di 229

Login

...e lascia la tua email per ricevere la NEWSLETTER con le più importanti notizie della tua Parrocchia

Chi è online

 15 visitatori e 1 utente online