Parrocchia Santa Maria a Quarto - Bagno a Ripoli

SITO IN COSTRUZIONE

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuto in Parrocchia

28/05/17 - Ascensione del Signore

E-mail Stampa

28/05/2017 Ascensione del Signore -  anno A

8Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
(Mt 5, 8)

«L'hai voluta la bicicletta? O pedala!». È un detto ben conosciuto: il fine è di responsabilizzare le persone che hanno preso una strada magari poco condivisibile. Talvolta, però, il tono della voce con cui è detto suona come un invito ad arrangiarsi. La prima sintetica e un po' birichina interpretazione dell'ascensione del Signore potrebbe essere proprio questa perché l’andare via di Gesù sembra avere il significato di un abbandono senza ripensamenti. Marco riferisce che «il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio» e anche Luca scrive nel vangelo «mentre li benediceva, si staccò da loro e veniva portato su, in cielo» e negli Atti degli Apostoli «detto questo, mentre lo guardavano, fu elevato in alto e una nube lo sottrasse ai loro occhi».
Per comprendere la chiave di lettura di questo episodio è necessario rifarsi al racconto di Luca che s'ispira a quello dell'ascensione di Elia allora ben conosciuto: Elia è rapito in cielo sopra un carro di fuoco e sparisce alla vista del discepolo Eliseo che, avendo visto questo prodigio, ha la certezza di aver ricevuto almeno «due terzi» dello spirito profetico del maestro. Nei testi che descrivono l'ascensione di Elia e di Gesù, ciò che viene evidenziato non è tanto il prodigio in se stesso, quanto piuttosto la consegna di un mandato. Eliseo, indicato da Dio a succedere a Elia, riceve dal profeta una parte del suo spirito di profezia per continuare la sua opera, i discepoli ricevono da Gesù il mandato di continuare la sua azione nel mondo e iniziare così il tempo della Chiesa. In Matteo non si trova il racconto dell'ascensione: Gesù è morto con buona pace dei suoi carnefici che, ...continua...

foglietto per la Messa pieghevole testi completi messalino calendario liturgico

 

21/05/17 - VI domenica di Pasqua (messalino)

E-mail Stampa

21/05/2017 VIa domenica di Pasqua -  anno A

Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni,
fino alla fine del mondo».
(Mt 28, 20)

 

Il cristiano sa che il potere è incompatibile con l'amore che ci ha insegnato Gesù, un amore che c'invita a lavare i piedi agli altri e che è donato anche al nemico. Amare in questo modo sembra un'impresa impossibile se si pensa con le categorie del mondo che non vede e non conosce lo Spirito.

Certamente la sfida è immane: le situazioni di conflittualità che affliggono questo nostro pianeta, secondo i dati aggiornati al 2 maggio 2017, indicano 67 stati coinvolti per un totale di 761 conflitti. Qualcuno, forse per superficialità o per indolenza o per vigliaccheria, ritiene situazioni di conflitto solo quelle eclatanti, che al momento fanno notizia, ma se si considera la fattispecie dei conflitti, allora potremmo scoprire una realtà che ci passa vicina e spesso ci coinvolge direttamente. Le guerre non si combattono solo con le armi e possono essere di tipo religioso, etnico, politico, coloniale, rivoluzionario … e addirittura per la pace. Pur abitando in una zona della terra che non si può considerare calda, la nostra sicurezza è aleatoria quando non si fonda sull'unico comandamento che ci ha dato Gesù: l'amore.

Gesù rassicura i discepoli e per la prima volta chiede di essere amato per se stesso, come lui ha loro insegnato dopo la lavanda dei piedi, con un amore che si fa servizio. Quest’amore potrà essere realizzato solo sforzandosi di seguire il progetto di umanità di Gesù e identificandosi con lui. I comandamenti in quest’ottica, non sono altro che azioni d'amore attraverso le quali ci guida lo Spirito che ci è stato donato da Gesù al momento della sua morte. Accogliere lui vuol dire manifestare continuamente nella nostra vita le azioni multiformi dell'amore che, come dice Paolo ...continua...

foglietto per la Messa pieghevole testi completi messalino calendario liturgico

 

14/05/17 - V domenica di Pasqua

E-mail Stampa

14/05/2017 Va domenica di Pasqua -  anno A

Ciascuno di noi ha nel cuore il desiderio
dell'amore, della verità, della vita…
e Gesù è tutto questo in pienezza!
(Papa Francesco)

Più di un boccone in quell'ultima cena rischiò di andare di traverso ai discepoli. Quella avrebbe dovuto essere una cena per stare insieme e gioire, una bella celebrazione della Pasqua e le cose sembravano andare nel verso giusto perché il maestro era entrato in Gerusalemme con un grande trionfo. Gesù però aveva ricominciato a confonderli con gesti e discorsi strani: lui, osannato come un re da una numerosa folla, ora si era messo in testa di lavare i loro piedi come il più insignificante dei servi stranieri; a Pietro aveva dato del testone e, di fatto, lo aveva anche ricattato. Quando aveva finito di lavare i piedi, aveva anche insinuato che loro non avevano capito nulla di ciò che aveva fatto. Certo la situazione era complicata e un dubbio si stava insinuando: «A che gioco gioca il Maestro? Gli amici di un re potente com'è lui non possono ripetere il gesto di lavare i piedi ai commensali. Lo possiamo perdonare perché tutti i grandi, talvolta, mostrano di essere svalvolati». Fosse finita così, sicuramente avrebbero continuato a cenare e sarebbe rientrato il buon umore. Invece… la doccia fredda: prima parla come se fosse Dio in persona «Io sono» dice e poi annuncia che Giuda lo tradirà e quello non aveva ribattuto, ma era uscito nella notte. Alla fine la ciliegina sulla torta: «33Figlioli, ancora per poco sono con voi; voi mi cercherete ma, come ho detto ai Giudei, ora lo dico anche a voi: dove vado io, voi non potete venire.» (Gv 13, 35). Dire che i discepoli erano turbati è scambiare un uragano con una pioggerella; erano atterriti, cominciavano a rendersi conto che stava per succedere qualcosa di grave, di irreparabile e cercavano di saperne di più: il loro futuro era in gioco! ...continua...


foglietto per la Messa pieghevole testi completi messalino calendario liturgico

 

MAGGIO 2017: scuole bibliche e altro con don Mariano

E-mail Stampa

apri il file

 


Pagina 1 di 133

Chi è online

 3 visitatori online