Parrocchia Santa Maria a Quarto - Bagno a Ripoli

SITO IN COSTRUZIONE

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

01/11/22 - Tutti i Santi

E-mail Stampa

Solennità di tutti i Santi

«Si dice che quando la scienza riuscirà finalmente a spiare
oltre la cresta della montagna, scoprirà
che la religione era seduta là da sempre »
(Dr.Harry Wolper a Boris)
Dr. Creator - Specialista in miracoli (Creator) - film di Ivan Passer del 1985.

 

Il discorso della montagna è uno dei brani più conosciuti del vangelo e, nello stesso tempo, dei più fraintesi. Per questo il cristianesimo è stato accusato di aver illuso la gente promettendo una felicità compensatrice della miseria, perché vi è letto che sono beati i poveri, gli afflitti, gli affamati che per questa condizione grama andranno in paradiso. L'interpretazione del brano nel passato, purtroppo, era effettivamente simile a questa. I poveri speravano nell'aldilà ma, se fossero diventati ricchi, sicuramente non avrebbero pensato neppure per un momento a ritornare poveri rinunciando ben volentieri al paradiso futuro.
A chi ripone tutta la propria fiducia nella scienza per risolvere il mistero della morte e della sofferenza, respingendo quindi totalmente il messaggio di questo brano, sfugge all’ovvio, cioè che la scienza non determina la vita, né decide che cosa essa sia, piuttosto ne scopre i meccanismi senza però condizionarne il divenire. Niente è più sciocco che cercare di sostituire la scienza alla religione.
Le Beatitudini sono riconosciute nel mondo come il vertice dello spirito umano tanto che lo stesso filosofo laico Cacciari, con amarezza, ha detto: "L'Europa ha abdicato al sermone della Montagna". Importante anche ricordare il pensiero di Gilbert Cesbron riguardo alle "beatitudini": "Per me, è il testo più importante della storia umana. S'indirizza a tutti, credenti e non, e rimane dopo venti secoli, l'unica luce che brilla ancora nelle tenebre di violenza, di paura, di solitudine in cui è stato gettato l'Occidente dal proprio orgoglio ed egoismo".
Tuttavia, questo testo, se lo leggessimo oggi come se fosse edito per la prima volta, non potrebbe non suscitare tanti interrogativi. Che cos'è questo regno dei cieli per i poveri? Davvero chi ha davanti a sé una vita di stenti è attualmente beato? E i miti, quale terra erediteranno, e quando? Ma è vero che quelli che hanno fame e sete di giustizia saranno saziati, e i misericordiosi otterranno misericordia, ma quando? I puri di cuore vedranno Dio, ma quando? Dopo la morte? Questo lo sapevamo già. O forse tutto questo sarà vero solo dopo la morte? E quando? Subito dopo o fra un numero imprecisato di migliaia di anni? Le parole del discorso della montagna offrono un conforto intenso, rasserenante, ma l'esperienza smentisce quelle affermazioni,... apri il file

foglietto per la Messa pieghevole testi completi messalino